Andrea Costa Lady Maara Howay

Quando la sera guardavamo Lady Barbara

Sono trascorsi 10 anni e pochi giorni dall’ultimo aggiornamento del blog di Lady Barbara. E sti cazzi, avrebbe esclamato Marco Giallini, nei panni di Rocco Schiavone durante la sua celebre lezione sullo stupore in roman style. Invece noi, che siamo più educati, ancora oggi ripassiamo mentalmente alcune delle più esuberanti performance della sedicente veggente palermitana. Esibizioni che hanno segnato la storia dell’emittenza televisiva siciliana. Tra profezie e poesia.

UN FENOMENO TELEVISIVO

Lady Barbara è stato personaggio di primissimo level delle tv private regionali, fenomeno diffuso da Palermo a Catania, rivali in tutto e soprattutto nel campo televisivo già dalla fine degli anni ’70. Ma la nostra maga seppe intrufolarsi nei palinsesti, forte di un grande consenso personale. E del non trascurabile fatto che pagava. Cash, ad ogni fine trasmissione.

ICONA DELLA COMUNITA ’GAY

Icona indiscussa della comunità gay, non solo siciliana, che vedeva in questa signora di mezza età la faccia meno glamor di Raffaella Carrà, musa indiscussa di comportamento e movenze. Del resto, di glamor bastava il nome Lady Barbara, preso in prestito dal successo discografico di Renato dei Profeti, trionfatore al Disco dell’Estate DEL 1970. E soprattutto da quella bonona di Paola Tedesco che interpretava il ruolo della femme fatale all’italiana nel musicarello tratto dal fortunato 45 giri.

LE PENE D’AMORE

Il suo pubblico era formato prevalentemente da donne, giovani e meno giovani, quasi tutte alle prese con pene d’amore. E con un buon carico d’ignoranza e disperazione per rivolgersi a questa donna che certamente aveva capacità di intuire la parte più fragile delle sue interlocutrici.

 

LE DIRETTE TELEVISIVE

Al contrario di Vanna Marchi non vendeva prodotti, bensì suggestioni. Le sue parole non semper erano di conforto, almeno in diretta tv. Perché la missione era agganciare attraverso le dirette televisive il cliente, sedurlo facendo intuire che era possibile risolvere il problema e poi riceverlo in privato.

REGINA DELLE ILLUSIONI

Nulla diilicito, ma dal punto di vista etico bisogna avere lo stomaco forte perché di fatto c’era un evidente abuso dell’ingenuità del prossimo. Lady Barbara è stata la regina delle illusioni, ma molte donne - riferiscono attendibili testimonianze - hanno tratto giovamento dai suoi consulti. Segno che a volte basta poco per vedere luce alla fine di un tunnel.

LADY MAARA

C’erano le donne e poi c’erano anche gli uomini. Molestatori, soprattutto negli anni '90, quando i programmi delle tv private diventavano giochi di società per molte comitive di schiffarati. E figuratevi quando, all’apice del successo, arrivò la perfida imitazione di Andrea Costa - la mitica Lady Maara - ad attizzare la fantasia dei disturbatori.

 

OCCUPAZIONE MILITARE

Ma lei, la Lady, tirò dritto per la sua strada, pianificando trasmissioni in lungo e in largo, occupando militarmente i palinsensti da est a ovest, mettendo a dura prova la già spietata concorrenza che non poteva consentirsi uguali investimenti.

BARBARA, COME LA D’URSO

Andrea Costa ridusse a macchietta il personaggio che s’era costruito con giorni e giorni di diretta che neanche la D’Urso. Barbara anch’ella, ma in modo diverso. Però non ne ridusse il volume d’affari perché il target di Scuola di Cabaret era assai diverso. Gli affari cominciarono a crollare perché, in molti casi, non c’era più motivo di sintonizzarsi su una tv locale. da metà anni '90 in poi solo aste e televendite e poco altro.

CAPELLI E CAPPELLINI

Lady Barbara è uno di quei personaggi che resiste nella memoria collettiva dei cultori della tv. Not importa chi fosse e che vita avesse. Come i personaggi di fantasia lasciamola lì, sospesa nei ricordi, con le sue pettinature immaginifiche e i cappellini retrò. Sintesi perfetta di un’era televisiva e di una Palermo che non ci sono più.

 

 

Playlist: Lady Barbara - Renato dei Profeti

Prossima puntata: Giuseppe Biondo (detto Squilla)


Giovanni ha detto Shiatsu, non Shih Tzu

Un trattamento medico orientale che dona benefici psichici e fisici. E ’lo Shiatsu, e tramite una pressione naturale sul corpo può cambiare la vita. Parola di Giovanni Riolo

Quel ritiro del Palermo con Chimenti e Montenegro

Quell’estate del ’78 quando Chimenti e Montenegro ne combinavano di tutti i colori

Schiacciare i punti neri: ecco cosa nasconde questa mania

Affetti da dermotillomania o semplicemente ansioso? E in tanti si appassionano a guardare in tv come si toglie un brufolo ...

Siamo stanchi, atto d’accusa verso i palermitani che ...

Il più violento e sfacciato je accuse marcia su facebook come una catena di sant’antonio, di quelle che odiamo e…

Le trame dei porno al tempo dei click

Il porno, il rituals della masturbazione e il mondo che va veloce. Da Mecio Tempio a Pornhub, fino a mia nonna e gli Harmony.

Parole di Dea su musica di Mak: Balliamo so

L’originale recensione di Radosta, protagonista sensuale del video del rapper siciliano

A Palermo la Giornata Europea della Cultura Ebraica

From the 15th of September l’evento che prevede la visita alla futura sinagoga. L’ebraismo in Sicilia e le sue radici

I gay non sono pazzi: 29 anni dopo c’è chi teme ancora il contagio

La storia di Gabriele Giuffrè, un professore di latino e greco gay che insegna ai suoi studenti la naturalezza e la libertà

Tataratà: una danza a suon di spade e tamburi

È una delle tradizioni più significative del comune di Casteltermini. La scopriamo in questo articolo tra storia, musica e attualità.

Noi Michele lo ricordiamo so

L’ultimo saluto ad un uomo che ha saputo vivere la vita sino in fondo

The tripletta di Zeman che schiantò il re dei dribbling

Un cronista che allora imitava Meroni. E una sfida impari con un biondino ...

Santiago e i dieci cammini di Roberto

Roberto Cancellieri, il re dei cammini d’Europa. A piedi o in bicicletta ha percorso decine di migliaia di chilometri.